APPUNTAMENTI SUCCESSIVI

Dopo l’applicazione dell’apparecchiatura il paziente viene avviato ad una serie
di appuntamenti successivi, più o meno numerosi e più o meno ravvicinati
secondo le esigenze cliniche del caso o le necessità di manutenzione e controllodell’apparecchiatura. È ragionevole preventivare che il paziente e l’ortodontista si incontreranno mediamente una volta al mese dall’inizio al termine del trattamento (nei casi di ortodonzia con apparecchio fisso). La durata di queste sedute è molto variabile: in alcuni casi si tratta solo di osservare l’andamento degli spostamenti dentali ed il corretto posizionamento dell’apparecchio e quindi si impiegano pochissimi minuti, in altri casi sono richieste modifiche o sostituzioni di parti dell’apparecchiatura e quindi sono richiesti tempi più lunghi (anche un’ora).

Generalmente il paziente viene avvisato in anticipo quando ci si avvicina all’ultima visita, ovvero quando il trattamento deve considerarsi concluso.
Nel corso dell’ultima visita l’apparecchiatura viene rimossa, i denti vengono ripuliti dal materiale adesivo residuo, vengono prese le impronte e le foto di fine cura, viene predisposta la contenzione più adatta e si dispone il calendario dei controlli successivi per verificare nel tempo la stabilità dei risultati raggiunti e l’adesione alle prescrizioni di igiene e di contenzione da parte del paziente.
In molti casi viene prescritta l’esecuzione di esami radiologici di fine cura per una ulteriore verifica dei risultati.