BIBERON SI… MA SENZA ZUCCHERI!

biberon e carie

Il Biberon è un grande amico dei bambini, ma può nascondere alcune insidie se utilizzato in modo non appropriato. Cerchiamo di capire insieme perchè.

Il Biberon e la Carie

Molti genitori sono erroneamente convinti che i bambini molto piccoli non siano soggetti alla carie. La verità è che qualsiasi dente, indipendentemente dall’età del bambino, può cariarsi se si verificano le condizioni perchè questo accada. In alcuni casi, addirittura, i denti erompono in arcata già cariati e quando fanno la loro comparsa nel sorriso sono già compromessi.

Nei bambini questo processo è ancora più frequente che negli adulti e dipende da una serie di fattori (o concause) che ora vediamo insieme.

Come si forma la carie sui denti?

Molti pazienti ci chiedono:”ho visto un puntino nero sul dente, è carie?”. Non sempre ciò che vediamo come nero indica la presenza di carie ma è bene distinguere tra una carie conclamata e un puntino nero che, se non adeguatamente controllato, può diventare carie.

La carie é una malattia multifattoriale causata dall’interazione di tre fattori che possono essere così rappresentati in modo semplice: ZUCCHERI + BATTERI + PREDISPOSIZIONE INDIVIDUALE = CARIE

dente cariatoCon il termine zuccheri non si intendono solo i cibi dolci, ma anche gli zuccheri contenuti nella pasta, nella frutta etc…Ogni volta che mangiamo o beviamo introduciamo zuccheri all’interno della bocca i quali, a loro volta, diventano cibo per i batteri: ciò significa che ogni volta che mangiamo creiamo terreno fertile per lo sviluppo della carie.

L’interazione di questi fattori è necessaria per l’insorgenza della carie: nessuno di loro preso singolarmente è in grado di generare una carie, ma se agiscono insieme la sua insorgenza è quasi certa.

La carie da Biberon

Una forma particolare di carie che colpisce i denti da latte é la cosiddetta CARIE DA BIBERON la quale si manifesta in seguito al consumo prolungato di bevande dolci come ad esempio succhi di frutta, tisane e bibite gassate.

carie da biberonIn particolare la carie da biberon si presenta quando queste bevande vengono somministrate tramite il biberon durante il riposo notturno: questo comportamento fa sì che gli zuccheri permangano all’interno della bocca per lungo tempo provocando così carie molto estese che possono coinvolgere anche tutti i denti da latte.

Di solito ii primi denti ad essere colpiti sono gli incisivi superiori e poi la progressione continua sui denti posteriori e sugli incisivi inferiori: le conseguenze di queste carie sono molto gravi poiché possono determinare ascessi e infezioni recidivanti ed inoltre la capacità di masticare risulta limitata in quanto i denti vengono progressivamente distrutti.

Come si previene la carie da Biberon?

Affrontare la carie da biberon significa innanzitutto prevenirla.

E’ importante informare ed educare adeguatamente i genitori dei bambini in maniera tale da evitare l’uso prolungato del biberon soprattutto nelle ore notturne ed è molto importante informarli anche su altri comportamenti che potrebbero essere dannosi per la salute orale del bambino, come ad esempio l’uso del ciuccio cosparso di miele.

Come detto, la carie non è determinata solo dalla presenza degli zuccheri nella bocca ma sicuramente l’abitudine errata di aggiungere zuccheri nel latte del biberon, o quella di somministrare altre bevande zuccherate attraverso il biberon, oppure quella di cospargere il ciuccio di miele o di zucchero, determinano lo sviluppo della carie e compromettono lo stato di salute della bocca del vostro bambino: questi comportamenti sono errati e devono essere evitati.

La carie da Biberon deve essere curata come una carie normale?

La carie da Biberon è a tutti gli effetti una carie normale anche se riguarda denti da latte.

E’ importante prendersi cura dei denti da latte perché, anche se successivamente verranno sostituiti dai denti permanenti, lo stato di salute dei primi è in grado di influenzare lo stato di salute dei secondi. Per esempio molti problemi ortodontici sono determinati dalla carie precoce dei denti da latte e dal fatto che il bambino non è stato curato tempestivamente. In altri casi la presenza di carie su un dente (e quindi dei batteri della carie) favorisce la disseminazione dell’infezione ad altri denti oppure ai tessuti gengivali. Per quanto si tratti di una evenienza rara bisogna anche considerare il rischio che una infezione batterica della bocca possa trasmettersi ad organi distanti come il cuore (valvole cardiache) oppure i reni, soprattutto nei bambini o negli anziani.

Quando portare il bambino per la prima volta dal dentista?

La prima visita odontoiatrica andrebbe effettuata intorno ai 2/3 anni in maniera tale da poter evidenziare la presenza di eventuali carie e soprattutto per far conoscere al bambino l’ambiente dentistico e le figure professionali presenti. Nel caso in cui vi sia il dubbio di un uso inappropriato del biberon si consiglia effettuare la prima visita odontoiatrica appena erompono i primi dentini.

Il nostro studio è a vostra disposizione per eventuali dubbi o chiarimenti circa la carie da biberon, potete contattarci a questo link.