TERZO APPUNTAMENTO

Nel corso della terzo appuntamento l’ortodontista spiega al paziente e\o ai genitori quali siano le determinanti principali della malocclusione e come si è pervenuti alla formulazione del piano di trattamento. Si tratta dunque di un colloquio più o meno lungo secondo le necessità del paziente e non di una visita in senso stretto.
Il colloquio avviene infatti “a tavolino” e non sulla poltrona di lavoro.
Il paziente e/o i genitori prendono visione di tutti i documenti ortodontici raccolti fino a quel momento, con la possibilità di confrontare la situazione clinica attuale con una condizione ideale di occlusione perfetta. Quando possibile viene mostrata anche unasimulazione virtuale dell’intero trattamento ortodontico ipotizzato, che possa rendere conto, anche sommariamente, di quale aspetto finale avrà l’occlusione dopo la cura proposta.
Il colloquio è l’occasione fondamentale nella quale ogni domanda, ogni curiosità ed ogni dubbio del paziente devono trovare la giusta risposta e l’adeguato chiarimento, condizione indispensabile per poter intraprendere il trattamento ortodontico.