Post Originale Studio Vassura

Denti sensibili: brrr… che freddo!!!!

Sempre più pazienti riferiscono di avere i denti sensibili, ossia provano una fitta di dolore quando vengono a contatto con certi cibi, alimenti o spazzolini.

Quali stimoli rendono i denti sensibili?

Possiamo suddividere gli stimoli che provocano queste fitte di dolore in tre categorie:

  • stimoli termici, sia il caldo che il freddo;
  • stimoli chimici, cibi molto acidi come ad esempio gli agrumi o i succhi di frutta;
  • stimoli meccanici, quelli provocati dallo spazzolino.

A prescindere dal tipo di stimolo, un dente diventa sensibile quando presenta una zona di dentina eccessivamente esposta.

I denti sensibili per quanto tempo fanno male?

I sintomi del dolore sono di durata e di intensità variabili: possono essere acuti ma transitori, ad esempio dopo un trattamento dal dentista o dall’igienista dentale, oppure l’ipersensibilità può diventare una condizione cronica che risulta spiacevole per il paziente e rende difficile una corretta igiene orale domiciliare.

Quali sono le cause più comuni dei denti sensibili?

E’ importante cercare di capire la causa di questa ipersensibilità indagando sulle abitudini alimentari del paziente, sulle manovre di igiene orale domiciliare e svolgendo un’analisi accurata dei denti che risultano sensibili in quanto la causa dell’ipersensibilità potrebbe essere di natura odontoiatrica (ad esempio la frattura di un dente).

Come si possono curare i denti sensibili?

A questo punto bisogna instaurare una terapia mirata mediante l’applicazione di sostanze volte a ridurre il dolore che il paziente prova: queste sostanze possono essere applicate sia presso lo studio dentistico che a casa. Le sostanze utilizzate dall’igienista dentale per ridurre l’ipersensibilità dentale sono il fluoruro di potassio, il fluoruro di sodio, fosfato e carbonato di potassio. Per l’igiene domiciliare l’igienista dentale potrà consigliarvi dei dentifrici desensibilizzanti che possono essere applicati sui denti sensibili e lasciati agire qualche minuto per permettere alla sostanza desensibilizzante di agire.

Se soffri di denti sensibili e hai bisogno di informazioni o hai quesiti da sottoporci puoi consultarci presso www.studiovassura.it

 

Prenota un consulto nel nostro Studio

Ultimi articoli

Apparecchio fisso o allineatore trasparente?

Molti si chiedono quali siano le differenze tra apparecchio fisso ed apparecchio mobile, rappresentato prevalentemente dagli allineatori invisibili o...

PRF: una terapia avanzata per la guarigione dell’osso

Il nostro studio dispone da anni di una nuova procedura di trattamento dei pazienti con difetti ossei derivanti da...

Ortodonzia nei bambini: limiti e vantaggi

Questo articolo è rivolto ai genitori che si pongono domande sull'ortodonzia nei bambini: è efficace o è solo una...

Ortodonzia negli adulti: fino a quando si puo?

Molte persone sono convinte che l'ortodonzia sia riservata ai bambini o agli adolescenti, mentre, in realtà, l'ortodonzia negli adulti...

Pulizia dei denti o ablazione del tartaro?

I dentisti la chiamano più frequentemente ablazione del tartaro o detartrasi, mentre i pazienti preferiscono chiamarla pulizia dei denti....

Dentista bravo? Come capirlo senza essere dentisti

Uno dei problemi più grossi che i pazienti si trovano ad affrontare è quello di capire se il dentista...

Must read

PRF: una terapia avanzata per la guarigione dell’osso

Il nostro studio dispone da anni di una nuova...

Denti sensibili: brrr… che freddo!!!!

Sempre più pazienti riferiscono di avere i denti sensibili,...

Leggi anche...CONSIGLIATO
Articoli dei Dottori

PRENOTA ONLINE
APRI WHATSAPP
Hai bisogno di aiuto?
Ciao,
io sono Michela, mi occupo della segreteria di Dental Care.

Come posso aiutarti?

Clicca "Apri whatsapp" e parliamone sull'app!