Post Originale Studio Vassura

Ortodonzia negli adulti: fino a quando si puo?

Molte persone sono convinte che l’ortodonzia sia riservata ai bambini o agli adolescenti, mentre, in realtà, l’ortodonzia negli adulti è la disciplina più diffusa e più completa.

In considerazione di questo errato convincimento molti adulti accettano semplicemente che i loro denti siano storti come un problema irrisolvibile e, quello che è peggio, accettano anche le conseguenze estetiche e funzionali di una malocclusione.

Questo articolo è dunque dedicato a tutti i pazienti che si sono posti il problema dell’ortodonzia negli adulti e che sono alla ricerca di risposte alle domande più frequenti, come la seguente: si può mettere un apparecchio a 30 anni? e a 40 anni? e perfino a 50 anni?

Il concetto di adulto in ortodonzia

In primo luogo dobbiamo definire il concetto di adulto. Quando un adolescente smette di essere tale e diventa adulto? E’ possibile definire esattamente questo momento?

Dal punto di vista anagrafico o giuridico l’età adulta comincia al compimento dei 18 anni, ma sul piano biologico è difficile stabilire con certezza se un soggetto sia ancora in crescita oppure no. Soprattutto nel sesso maschile la crescita e lo sviluppo si esprimono in modo più lento ed imprevedibile di quanto accada nelle femmine, per le quali l’arrivo del menarca è un segno abbastanza esplicito e significativo che la crescita sta per finire.

Questo spiega perchè la stragrande maggioranza delle persone che non ha ancora compiuto la maggiore età, dal punto di vista biologico e ortodontico, può essere considerata adulta a tutti gli effetti.

Molti pazienti, già a 14 o 15 anni dunque, vengono avviati a trattamenti ortodontici come degli adulti veri e propri dal punto di vista biologico e non come degli adolescenti. Altri, alla stessa età, hanno ancora qualche dente da latte in bocca e raggiungeranno lo stesso grado di maturità dei loro coetanei poco più avanti.

Accanto a questo gruppo particolare di persone trovano posto gli adulti veri e propri: pazienti di 20, 30, 40 o anche 50 anni che necessitano di trattamenti ortodontici e che vengono avviati come tali alla risoluzione della malocclusione.

In età più avanzata si ripropone lo stesso problema che abbiamo appena descritto per distinguere i pazienti adulti da quelli anziani ed anche in questo caso non esiste una regola certa, neppure dal punto di vista anagrafico puro. Ci sono persone che a 70 anni hanno ancora una dentatura sana e naturale (magari con denti storti) ed altri che, alla stessa età, hanno da molto tempo una protesi fissa completa.

Quello che è importante sapere è che non esiste una età alla quale sia impossibile richiedere ed effettuare ortodonzia negli adulti: l’unica cosa che conta è l’aspetto biologico della bocca in generale e la condizione di denti, gengive e osso.

Ci sono tuttavia vantaggi e limiti specifici dell’ortodonzia negli adulti che devono essere descritti.

I vantaggi dell’ortodonzia negli adulti

Programmare ed eseguire trattamenti di ortodonzia negli adulti comporta una serie di vantaggi importanti rispetto all’ortodonzia nei bambini o negli adolescenti.

Abbiamo identificato 6 vantaggi, esaminiamoli uno alla volta:

  1. Motivazione: i pazienti adulti sono molto più motivati al trattamento ortodontico di quanto non siano i bambini, perchè capiscono l’importanza della cura e danno alla stessa anche un significato ed un valore personale sia in termini di estetica che di funzione. Un adulto con un brutto sorriso, per esempio, desidera ortodonzia a 40 anni o 50 anni come a 20 anni. Un bambino, al contrario, di solito è spinto a portare un apparecchio ortodontico dai genitori. E’ raro che la motivazione parta dai bambini prima che diventino adolescenti.
  2. Collaborazione: un paziente adulto, essendo più motivato alla cura e conoscendo bene il valore del denaro che spende per un apparecchio ortodontico, mediamente ha una collaborazione maggiore durante il trattamento. La collaborazione del paziente è un fattore decisivo per il successo del trattamento di ortodonzia negli adulti come nei bambini. Questo spiega perchè i trattamenti ortodontici condotti sugli adulti hanno mediamente risultati migliori. Anche dopo il trattamento i pazienti adulti sono più costanti nell’utilizzo della contenzione notturna e nelle visite di controllo.
  3. Crescita: un paziente adulto, per definizione, ha cessato di crescere e quindi la malocclusione, lieve o grave che sia, non si modifica più in modo significativo con il passare del tempo (se non per i processi fisiologici di invecchiamento). Eseguire ortodonzia negli adulti, dunque, comporta il vantaggio di non dovere fare i conti con i capricci della biologia e con sorprese inaspettate della crescita che, nei bambini, si verificano durante il trattamento o dopo che questo è terminato. La crescita delle persone è difficile da prevedere e per questo rappresenta una variabile ingovernabile che può avere effetti negativi sui risultati finali.
  4. Relazione: la comunicazione con un paziente adulto è diretta, mentre quella con il bambino o l’adolescente è mediata dai genitori. E’ molto più facile capirsi, scambiarsi informazioni, chiedere e ricevere spiegazioni, comprendere gli obiettivi e i compromessi, quando la relazione è diretta. Non bisogna dimenticare infatti che nel bambino la relazione è complicata anche dal tipo di rapporto che intercorre con i genitori e non solo con l’ortodontista, mentre tra adulti (ortodontista da una parte e paziente dall’altra) questo tipo di complicazione relazionale non esiste.
  5. Igiene orale: solitamente gli adulti hanno un livello di igiene orale superiore a quella dei bambini o degli adolescenti. Considerato che l’ortodonzia in generale non può prescindere da una igiene orale perfetta, nell’adulto ci sono condizioni di partenza migliori per evitare il rischio di carie o gengive infiammate in associazione all’apparecchio ortodontico.
  6. Durata: eseguire un trattamento di ortodonzia negli adulti richiede mediamente un tempo minore rispetto ai bambini. In considerazione dei 5 punti precedenti, infatti, il rischio di complicazioni durante il trattamento, è decisamente inferiore. Questo significa che se ognuno fa la propria parte correttamente (ortodontista e paziente), visto che possiamo eliminare l’incognita della crescita, la distanza che separa lo stato iniziale della bocca dagli obiettivi del trattamento è solitamente una linea retta di durata più breve.

I limiti dell’ortodonzia negli adulti

Naturalmente l’ortodonzia negli adulti comporta anche dei limiti rispetto all’ortodonzia nei bambini o negli adolescenti.

Di seguito gli svantaggi che abbiamo identificato nella nostra pratica quotidiana:

  1. Crescita: ebbene sì, di nuovo la crescita. Se per un verso l’abbiamo considerata un vantaggio, per l’altro l’assenza di crescita è anche uno svantaggio. Infatti in un soggetto in cui la crescita è finita non abbiamo più la possibilità di condizionarla a nostro favore con apparecchi di ortopedia dentofacciale, come facciamo spesso nei bambini. Un osso cresciuto in modo anomalo in un adulto rimarrà dunque tale, così come una scoliosi che non sia stata trattata per tempo. Negli adulti, quindi, non potendo più agire sull’osso e sulla sua crescita possiamo risolvere la malocclusione esclusivamente spostando i denti. Nei casi di malocclusione grave abbiamo solo due soluzioni: o accettiamo un risultato di compromesso, oppure ricorriamo ad interventi di chirurgia orale o maxillo facciale per correggere le ossa. Fortunatamente questi casi sono molto rari (nel nostro Studio meno del 2% dei casi trattati).
  2. Estetica: i pazienti adulti, solitamente, hanno richieste estetiche superiori a quelle dei bambini o degli adolescenti. Non ci riferiamo ai risultati del trattamento, perchè in entrambi i casi il trattamento deve garantire lo stesso tipo di risultato estetico, quando è possibile. Ci riferiamo soprattutto all’aspetto del paziente durante il trattamento ortodontico vero e proprio. Il paziente adulto preferisce apparecchiature estetiche o un apparecchio invisibile. Quindi il numero degli strumenti a disposizione dell’ortodontista per trattare la malocclusione si riduce. Fortunatamente oggi è possibile trattare quasi tutte le malocclusioni con allineatori trasparenti e questo risolve il problema estetico dell’ortodonzia negli adulti. Nel nostro studio oggi i pazienti adulti vengono trattati con allineatori trasparenti con percentuali molto vicine al 100% dei casi.
  3. Condizioni di salute: i pazienti adulti hanno spesso altri problemi di salute sia generale che a livello della bocca. Oltre alle patologie più diffuse come la carie, la perdita di denti, la malattia parodontale, ecc., si pensi alle abitudini voluttuarie come il fumo di sigaretta o l’assunzione di bevande e cibi in grado di alterare il colore dei denti. Molti pazienti adulti hanno denti naturali che sono storti insieme a denti artificiali come impianti e protesi fisse. In questi casi l’ortodonzia negli adulti presenta qualche difficoltà aggiuntiva perchè l’apparecchio dovrà lavorare selettivamente sui denti naturali e, al contempo, dovrà rispettare i denti artificiali realizzati in precedenza. Nella nostra pratica quotidiana impieghiamo apparecchi programmati virtualmente in anticipo sulla bocca del paziente mediante un software (ortodonzia digitale). In questo modo decidiamo in anticipo quali denti o protesi devono rimanere fermi e quali devono muoversi, di quanto, quando e in quale direzione. Inoltre noi consigliamo ai pazienti adulti che intendono allineare i denti di procedere prima con il trattamento ortodontico e solo dopo con l’eventuale implantologia e la protesi fissa.

Quanto costa un trattamento ortodontico in un adulto?

I costi che un paziente deve sostenere per un trattamento ortodontico non sono molto diversi se si tratta di un soggetto in crescita o di un adulto. L’unica vera differenza è che un bambino rimarrà mediamente in cura per un periodo di tempo più lungo oppure farà periodi di osservazione più lunghi dopo il trattamento, proprio per evitare gli effetti negativi eventuali della crescita residua.

Nel nostro Studio le tariffe applicate a bambini, adolescenti e adulti sono forfettizzate e non sono legate alla durata della cura. Il nostro scopo è far capire chiaramente al paziente che se un trattamento si dovesse prolungare oltre le nostre aspettative questo avviene nel suo unico ed esclusivo interesse: significa che non siamo soddisfatti dei risultati conseguiti fino a quel momento e che dobbiamo prolungare la cura fino a quando i risultati sono di qualità adeguata.

In questo senso, fatte le debite eccezioni per casi particolarmente semplici o casi particolarmente complessi, l’ortodonzia negli adulti costa in modo molto simile tra un paziente e l’altro e si compone di tariffe specifiche per le seguenti fasi (alla data di pubblicazione del presente articolo e al netto di eventuali scontistiche):

  1. Prima visita ortodontica: 100 € (tariffa indicativa)
  2. Diagnostica e pianificazione digitale del trattamento: 300 € (tariffa indicativa)
  3. Trattamento ortodontico con allineatori trasparenti: 4.500 € (tariffa indicativa)
  4. Contenzione mobile dopo trattamento: 500 € (tariffa indicativa)
  5. Ablazione del tartaro: 100 € circa cad. (tariffa indicativa)

Il paziente in trattamento ortodontico dovrà considerare a parte le spese relative a terapie di conservativa, endodonzia, chirurgia orale o protesi fissa che dovessero rendersi necessarie per una riabilitazione completa e definitiva della sua bocca.

Quanto dura l’ortodonzia negli adulti?

Alcuni trattamenti ortodontici durano poche settimane, altri durano anni. Non è possibile standardizzare.

Per stabilire la durata presunta di un trattamento ortodontico per ogni singolo paziente occorre molta esperienza e una accurata raccolta di informazioni (modelli della bocca, fotografie, radiografie, calcoli numerici, cefalometria, ecc.).

Nel nostro studio circa il 60% dei pazienti conclude il trattamento di ortodonzia nell’adulto entro il primo anno. Il 90% circa entro 18 mesi, quasi tutti entro i due anni. Questo vale con riferimento alla terapia attiva, cioè al tempo in cui il paziente indossa un apparecchio allo scopo di spostare i denti.

In realtà c’è una considerazione importante da fare. Molti dentisti e quasi tutti i pazienti ignorano che il rapporto tra un paziente ed il suo ortodontista non si estingue mai. Dopo il trattamento infatti viene effettuata di regola la cosiddetta contenzione che ha lo scopo di mantenere i risultati raggiunti con il trattamento ortodontico.

Non esiste un termine oltre il quale si possa scongiurare definitivamente al recidiva della malocclusione. Dunque non esiste neanche un termine oltre il quale il trattamento ortodontico possa considerarsi definitivamente concluso.

Quale apparecchio si usa negli adulti?

Tradizionalmente gli apparecchi per adulti sono associati all’idea dei bracket e dei fili metallici applicati sui singoli denti.

Un esempio tipico di apparecchio metallico è quello riportato nella figura seguente:

Ortodonzia nell'adulto
Esempio di apparecchio metallico per ortodonzia nell’adulto.

Gli apparecchi metallici possono essere anche applicati sulla superficie interna dei denti in modo da non essere visibili all’esterno. In questo caso si parla di ortodonzia linguale. Un esempio tipico è quello riportato nell’immagine seguente:

ortodonzia nell'adulto
Esempio di apparecchio metallico linguale

Alcune tipologie di apparecchi hanno mascherato o sostituito completamente il metallo con materiale bianco in ceramica, quindi mantengono lo stesso tipo di impianto generale ma sono più gradevoli dal punto di vista estetico. Un esempio è riportato nell’immagine seguente:

ortodonzia nell'adulto
Esempio di ortodonzia con apparecchio fisso in ceramica

Gli apparecchi più moderni e più graditi dai pazienti, infine, sono rappresentati dagli allineatori trasparenti. Questi sono particolarmente indicati per ortodonzia negli adulti perchè possono essere rimossi, sono invisibili, sono indolori e permettono una perfetta igiene orale. Un confronto tra apparecchio fisso tradizionale e allineatori trasparenti è riportato nell’immagine seguente:

allineatori trasparenti studio vassura
Esempio di allineatori trasparenti rimovibili

Nel nostro studio, per i motivi che abbiamo descritto in un articolo apposito sugli allineatori trasparenti, tendiamo ad utilizzare questo tipo di apparecchi nell’adulto, anche perchè il costo che il paziente deve sostenere è identico a quello degli apparecchi fissi tradizionali (se non più basso).

Conclusioni

Molti pazienti adulti sono erroneamente convinti che i loro denti non si possano più raddrizzare e che oramai sia troppo tardi.

Troppe persone si rassegnano all’idea che non si possa intervenire ortodonticamente per migliorare sia l’estetica del sorriso che la funzione della bocca.

Ovviamente questo può valere per alcuni di essi ma in numero estremamente ridotto. Inoltre la comparsa sul mercato delle tecnologie digitali applicate all’ortodonzia e di nuovi materiali per apparecchi trasparenti, rende sempre più facile, economico e comodo il ricorso all’ortodonzia negli adulti.

Se hai bisogno di ulteriori informazioni su questo tema ti consigliamo di parlarne con il tuo dentista, o meglio, il tuo ortodontista di fiducia. Se non ne hai ancora uno puoi prenotare una prima visita presso il nostro studio attraverso questo link.

Ortodonzia negli adulti | Studio Vassura | Dentista Zelo Buon Persico
Direttore Sanitario Dott. Gabriele Vassura | Albo Odontoiatri Lodi n. 63

 

Prenota un consulto nel nostro Studio

Ultimi articoli

Quanto costa il dentista? | Dentista Lodi Zelo

Forse avrai notato che, nel nostro studio, abbiamo vinto la naturale reticenza dei professionisti a parlare di prezzi e...

Intelligenza artificiale nel nostro studio | Dentista Lodi Zelo

Forse non sai che l'Intelligenza Artificiale è in crescita esponenziale in tutti i settori e la medicina non fa...

Garanzia Dentista Sicuro | Dentista Lodi Zelo

Abbiamo realizzato la Garanzia Dentista Sicuro apposta per te che sei un paziente del nostro Studio. Lo scopo di questa...

Ortodonzia digitale | Dentista Lodi Zelo

L'ortodonzia digitale è la tecnica più moderna per fare ortodonzia oggi. Sono sicuro che ti interesserà sapere di cosa...

Ortodonzia Invisibile | Dentista Lodi Zelo

L'ortodonzia invisibile è l'ultima frontiera dell'ortodonzia ed è molto migliorata negli ultimi anni grazie al contributo degli strumenti digitali. Oggi...

Apparecchio invisibile? Ortodonzia Digitale a Lodi Zelo

Per chi ha conosciuto di persona un apparecchio ortodontico fisso, l'apparecchio invisibile sembra un sogno irrealizzabile. Ma esiste veramente la...

Must read

Adenoidi e malocclusione: le vie aeree del bambino

I rapporti tra Adenoidi e Malocclusione sono sempre più...

I denti da latte vanno curati? Quando? Perchè?

  Normalmente si pensa che i denti da latte siano...

Leggi anche...CONSIGLIATO
Articoli dei Dottori

PRENOTA ONLINE
APRI WHATSAPP
Hai bisogno di aiuto?
Ciao,
io sono Michela, mi occupo della segreteria di Dental Care.

Come posso aiutarti?

Clicca "Apri whatsapp" e parliamone sull'app!